10 Grandi lezioni di architettura di Frank Lloyd Wright

10 Grandi lezioni di architettura di Frank Lloyd Wright
Google+
Tumblr
Pinterest

Nato l'8 giugno 1867 Frank Lloyd Wright non è solo uno dei più grandi architetti del mondo, ma è anche stato il più prolifico, controverso e stimolante. Era uno scrittore, un collezionista d'arte, un filosofo e un visionario e tutti hanno ispirato il suo approccio al suo mestiere. È ampiamente conosciuto per quattro stili di costruzione. Ha concepito lo stile Prairie, nato dalla sua convinzione che avevamo bisogno di un numero minore di stanze più grandi che scorrevano più facilmente, la sua antitesi alla rigida architettura dell'epoca vittoriana. Da lì è nato lo stile tessile, che ha portato allo stile biologico e poi allo stile usoniano. La sua convinzione che gli edifici dovrebbero essere fatti dalla terra e beneficiare la terra ha ispirato la maggior parte del suo lavoro. Queste convinzioni, avanguardia per il suo tempo, sono ancora praticate e venerate oggi.

1. "L'architetto deve essere un profeta ... un profeta nel vero senso del termine ... se non può vedere almeno dieci anni prima non chiamarlo architetto."

Frank Lloyd Wright era chiaramente un uomo in anticipo sui tempi. Il design di molte delle sue case sembrava una volta avanti di anni luce, e spesso le persone avevano difficoltà a capire la sua visione, eppure quasi tutte le nostre costruzioni moderne impiegano gli ideali che pensava fossero così importanti.

Foto di Ritratto di Frank Lloyd Wright

2. "Ogni grande architetto è - necessariamente - un grande poeta. Deve essere un grande interprete originale del suo tempo, dei suoi tempi, della sua età. "

Frank Lloyd Wright divenne famoso per il suo stile di architettura Prairie che incorporava tetti spioventi, grondaie sporgenti, un camino centrale e piani aperti che, credeva fosse l'antidoto all'architettura chiusa e chiusa dell'era vittoriana. Da lì ha continuato a stabilire lo stile tessile che ha assunto un approccio ancora più lineare, combinato con influenze provenienti dall'architettura Maya, questo avrebbe aperto la strada a quello che, forse, Wright è meglio conosciuto per l'architettura organica che attingeva da risorse naturali combinate con l'influenza dell'architettura giapponese. Lo stile biologico ha quindi portato allo stile usoniano. È chiaro vedere come ogni stile è cresciuto ed evoluto rispetto al suo predecessore.

La Frederic C. Robie House di Frank Lloyd Wright

3. There "Ci dovrebbero essere tanti (stili) di case quanti sono i tipi (stili) di persone e tante differenziazioni quante sono le diverse persone. Un uomo che ha individualità ha il diritto alla sua espressione e al suo ambiente. " Le opere di Frank Lloyd Wright hanno uno stile unicamente individuale. Tra i suoi vari stili, non ci sono due case o edifici simili.

Frank Lloyd Wright casa e studio rovere park

4.

"Un edificio dovrebbe apparire facilmente dal suo sito ed essere modellato per armonizzarsi con l'ambiente circostante se la Natura si manifesta lì." Va notato che gli edifici costruiti dall'architetto nella parte centro-occidentale degli Stati Uniti sono molto diversi per natura, stile e materiale rispetto agli edifici che ha progettato in Arizona, Los Angeles e Pennsylvania. Ogni stile è unico come il make-up della terra è diverso.

La casa di Frank Lloyd Wright ad Arizon, Taliesin

5. No "Nessuna casa dovrebbe mai essere su una collina o su qualsiasi cosa. Dovrebbe essere della collina. Appartenente ad esso. Collina e casa dovrebbero vivere insieme ciascuno dei più felici per l'altro. "

In nessun luogo questo è più evidente che nella sua architettura organica. Forse questo è particolarmente vero per la casa di Fallingwater, dove casa e terra si sono unite per diventare una cosa sola. Fallingwater di Frank Lloyd Wright
6.

"La madre arte è architettura. Senza un'architettura nostra non abbiamo un'anima della nostra stessa civiltà. "

Frank Lloyd Wright costruì secondo la sua visione di ciò che sarebbe il futuro. Vide la necessità che le case fossero più fluide, più aperte, più vivibili e meno sobrie. Previde il bisogno di costruire dalla terra e per la terra. La sua architettura ha documentato una volta nella storia e tuttavia è riuscita a spingere la busta con il suo moderno approccio filosofico al futuro dell'edilizia. Dettagli sull'acqua piovana

7. Quanto segue è stato raccontato a Mike Wallace, giornalista e giornalista televisivo americano, nel 1957: "Mi piacerebbe avere un'architettura libera. Mi piacerebbe avere un'architettura che appartenesse a dove la vedi, ed era una grazia per il paesaggio invece di una disgrazia. E le lettere che riceviamo dai nostri clienti ci dicono come quegli edifici che abbiamo costruito per loro hanno cambiato il carattere della loro intera vita e della loro intera esistenza. Ed è diverso ora rispetto a prima. Bene, mi piacerebbe farlo per il paese.

"

E lo ha fatto sicuramente. Mike Wallace non capiva il termine biologico e Wright doveva spiegare che questo termine intendeva per natura, che l'architettura organica era davvero un'architettura naturale. Oggi, a distanza di cinquantacinque anni, capiamo finalmente di cosa l'architetto abbia parlato così appassionatamente mezzo secolo fa.Taliesin West House8.

"Il buon edificio non è quello che fa male al paesaggio, ma quello che rende il paesaggio più bello di quanto lo fosse prima della costruzione dell'edificio."

Wright rappresentava le linee pulite e la semplicità. Credeva che un edificio ben costruito completasse l'ambiente e l'ambiente circostante. Non gli piaceva l'intricato dettaglio e pignoleria degli stili architettonici che lo precedevano.

Walter H. Gale House, progettato da Frank Lloyd Wright 9.

"L'architettura è vita, o almeno è la vita stessa che prende forma e quindi è la registrazione più vera della vita come è stata vissuta nel mondo ieri, poiché è vissuto oggi o sarà vissuto ".

L'architettura è forse la documentazione più vera di come una civiltà ha vissuto e si è evoluta. L'arte racconta la storia di un momento nel tempo. L'architettura racconta la storia di un passato, un presente e un futuro. Ne prendiamo, ci evolviamo, cresciamo e andiamo avanti. Guarda le case moderne di oggi. Osserva le loro linee rette, i loro ampi spazi aperti, i tetti bassi e il modo in cui sono perfettamente integrati con le varie geografie e paesaggi. Senza dubbio vediamo un po 'di Frank Lloyd Wright in ognuno di questi edifici.

Jacobs House di Frank Lloyd Wright10.

"L'arte materna è architettura. Senza un'architettura nostra non abbiamo un'anima della nostra stessa civiltà. "Most Il contributo più importante di Frank Lloyd Wright all'architettura, alle arti e alla società è senza dubbio il Guggenheim Museum di New York. In questo edificio una storia di persone, di tempo, di arte e di architettura sono tutti uniti. In questo moderno edificio che celebra quest'anno il suo 50 ° anniversario, arte, scienza, natura, architettura e antropologia convivono pacificamente. In questo edificio, Wright ha aperto la strada alle tendenze che gli architetti oggi continuano ad abbracciare. Un vero visionario, Wright era un architetto del suo tempo, molto più avanti dei suoi tempi.

Museo Guggenheim di New York

Frank Lloyd Wright era un visionario e controverso. Era famoso per le sue convinzioni e convinzioni. I suoi ideali, parole e lungimiranza continuano ad essere usati come ispirazione per tutti gli artisti e gli artigiani di oggi. Guardando gli edifici moderni di oggi, non riesci a vedere l'influenza di Frank Lloyd Wright? Quali ritieni che porti le somiglianze più sorprendenti?



Articoli Interessanti