10 Inspirational and Architectural Lessons di Zaha Hadid

10 Inspirational and Architectural Lessons di Zaha Hadid
Google+
Tumblr
Pinterest

Nata a Baghdad nel 1950, British-Iraqi Zaha Hadid è la prima donna architetto a vincere il prestigioso Pritzer Prize, che ha fatto nel 2004. La sua infanzia ha visto i giorni migliori di Baghadad senza conflitti e guerre. Lì ha frequentato una scuola cattolica religiosamente diversa ed è stata istruita in francese da suore. Suo padre era un politico e si presumeva che si aspettasse che avrebbe continuato i suoi studi educativi. Ha frequentato l'Università americana di Beirut dove ha studiato matematica. La sua famiglia è fuggita dal paese dopo che Saddam Hussein è salito al potere e lo scoppio della guerra con l'Iran. Nel 1972 Hadid si trasferì a Londra e si iscrisse alla Architectural Association School of Architecture. Nel 1980 aprì il suo ufficio che si dimostrò un po 'una sfida; all'inizio le sue idee erano più richieste dei suoi veri progetti.

Oggi è ben venerata e in prima linea nella progettazione architettonica. Ha sfondato il soffitto di vetro e le sue moderne e moderne filosofie l'hanno aiutata a superare i confini dell'architettura e del design. Oggi la sua azienda impiega 350 persone e ha gestito 950 progetti in oltre 44 paesi.

1. "L'architettura riguarda davvero il benessere. Penso che la gente voglia sentirsi bene in uno spazio ... Da un lato si tratta di un riparo, ma anche di piacere. "

Hadid, considerato e considerato un architetto venerato, si è anche ramificato nel mondo degli interni. La sua costante ricerca di una visione estetica abbraccia tutti i settori del design, dai grandi esterni della sua architettura agli interni e ai mobili. Gli interni sono solo un'altra estensione dell'esterno. Il suo talento interiore è stato visto all'Hotel Puerta America di Madrid, dove Hadid e altri famosi architetti sono stati incaricati di progettare varie stanze all'interno dell'hotel.

2. "Una delle cose che mi sento fiducioso nel dire che possiamo portare un po 'di eccitazione e sfide alle vite delle persone. Vogliamo che siano in grado di abbracciare l'inaspettato. "

Il Phaeno Science Center, un centro scientifico interattivo, situato a Wolfsburg, in Germania, è un esempio perfetto. Nel 2000 Zahid ha partecipato e vinto un concorso di progettazione architettonica per la progettazione dell'edificio. Il centro ha aperto circa cinque anni dopo e ospita oltre 250 mostre interattive di Ansel Associates, Inc. L'incredibile struttura in cemento progettata da Zaha Hadid, il suo socio tedesco Mayer Bährle architects e Adams Kara Taylor è stata descritta come "un'opera ipnotica di architettura" - il tipo di edificio che trasforma completamente la nostra visione del futuro. "

Sapientemente" l'edificio si erge efficacemente su palafitte di cemento che permettono ai visitatori dell'Autostadt di attraversare senza dover interferire con il funzionamento dell'edificio. Il Phaeno è collegato all'Autostadt tramite un ponte di metallo accessibile da scale mobili e scale su entrambi i lati. La parte inferiore di Phaeno è illuminata e anche i trampoli. "

3." Per una donna uscire da sola in architettura è ancora molto, molto difficile. È ancora il mondo di un uomo. "

Il suo modo di pensare alle questioni spaziali è ciò che la distingue dalla massa - sia uomini che donne. Il BMW Central Building si basava sulle convinzioni dell'architetto che un edificio è uno spazio multiforme e multidimensionale. Qui reinterpreta un ufficio tradizionale. L'edificio e le sue funzioni diventano un centro nervoso più dinamico e avvincente. La sua fluidità supera le tradizionali divisioni spaziali colletto blu / colletto bianco, abbattendo efficacemente la barriera.

4. Hadid è stata influenzata dalla sua prima infanzia "nei villaggi delle paludi nel sud dell'Iraq. La bellezza del paesaggio in cui sabbia, acqua, edifici e persone sono in qualche modo fluiti insieme. "

I Maggie Centers di Fife, in Scozia, fanno proprio questo mescolando il naturale e il creato dall'uomo. L'edificio è stato progettato per offrire un ambiente protettivo, un rifugio per i malati di cancro. Situato vicino all'Ospedale Victoria, il centro si trova ai margini di una conca circondata da un bel fogliame e dalla campagna, che fonde l'edificio moderno e tecnologico con la natura.

5. "Ci sono 360 gradi. Perché attenersi a uno? "

Per aggiungere diversità ai suoi progetti architettonici, nel 2002 Zahid ha completato la costruzione del trampolino a Innsbruck, in Austria. Zahid descrive il salto con gli sci come un "conciso pezzo di design funzionale, uno strumento per lo sport ad alte prestazioni, plasmato con precisione matematica." Lo ha creato per "sviluppare un ibrido senza soluzione di continuità. L'assemblaggio di elementi è stato risolto nel modo naturale, sviluppando un ibrido senza soluzione di continuità, in cui le parti sono articolate in modo fluido e fuse in un'unità organica. "L'architettura è pensata per essere vista e apprezzata da molti punti di vista. Hadid sfonda, non solo il soffitto di vetro, ma tutte le barriere poste dalle pareti e dai pavimenti tradizionali. Cosa potrebbe riflettere meglio la filosofia spaziale di Hadid di un salto con gli sci olimpico?
6. "Vedete sempre più affermate, rispettate architetti donne. Ciò non significa che sia facile. A volte le difficoltà sono incomprensibili ... In pratica ho ancora delle resistenze, ma penso che mi tenga concentrato. Forse è stata la mia sfarzosità invece di essere una donna che mi dà una tale determinazione per riuscire, ma sono sempre stato determinato "

Nonostante il livello di successo di Hadid, di cui è grata, afferma che è stata e continua ad essere molto lunga lotta. Vede ancora la sua giusta dose di rifiuto, che sostiene di tenerla al proprio posto e l'aiuta a pensare alle cose ea creare le cose in un modo diverso. Il Millennium Center porta i visitatori in un viaggio attraverso 3 aspetti della mente: input, processo e output. Qui pavimenti e pareti e altri elementi architettonici sono "tirati da uno spazio continuo per ospitare una quantità di stimoli stimolanti." I 7. "Credo davvero nell'idea del futuro."

L'architettura è in evoluzione e lungimirante. Tutti i più grandi architetti hanno avuto questa visione moderna e all'avanguardia. Il terminal Hoenheim-Nord di Strasburgo, in Svizzera, è stato creato per riecheggiare il movimento di tutto: persone, biciclette, automobili e tram. Insieme formano un insieme costantemente mutevole ma chiaramente delineato.

8. "Non sei costretto a guardare uno spazio in un dato modo. Puoi davvero girovagare. "

Un altro esempio della fluidità del movimento e dello spazio è la creazione di Hadid del 2012 nel Centro olimpico acquatico di Londra, in Inghilterra, che è stato fortemente influenzato dal movimento dell'acqua. È stato creato per assomigliare al movimento di un'onda con un tetto ondulato che spazia verso l'alto racchiudendo le piscine con un "gesto unificante". "9." Oggi l'architettura non è in grado di implementare direttamente una tipologia di edificio esistente; richiede invece agli architetti di esaminare attentamente l'intera area con un nuovo intervento e uno spazio programmatico. "

La stazione di fuoco di Vitre è stata creata per riempire un vuoto vuoto creato da un incendio devastante negli anni '80. Costruito in un paesaggio con fabbriche esistenti, la caserma dei pompieri fu costruita per definire piuttosto che occupare spazio. Rappresenta un momento congelato e pronto a esplodere. La caserma dei pompieri non è più ospitata nell'edificio, ma è sede di un museo delle sedie.

10. "Non è sempre necessario mostrare arte in quella che viene chiamata una scatola bianca. Puoi avere una sorta di complessità all'interno di una mostra che rispetta effettivamente anche l'arte. "Ros Il Rosenthal Center for Contemporary Arts di Cincinatti, Ohio, fu il primo progetto ad essere completato da Hadid e il primo museo negli Stati Uniti ad essere progettato da una donna La sua idea era di portare la città nell'edificio, un "tappeto urbano" aperto, benvenuto a tutti. Voleva portare l'arte contemporanea a coloro che non erano abituati o esposti a tali. Nel retro del museo ha creato uno sfondo come se il tappeto fosse stato tirato fuori - una sorta di voli di fantasia che permetteva ai visitatori di vedere tutti questi spazi diversi. Il suo desiderio di allontanarsi dal "cubo bianco" a cui pensiamo quando pensiamo all'architettura. Qui movimento e flusso luminoso conferiscono a ogni galleria e mostra una sensazione unica.

La volitiva e grintosa Zaha Hadid è stata definita difficile da lavorare con altri, ma la sua visione chiara, definita e lungimirante, unita alla sua risoluta determinazione l'hanno conquistata non solo come una delle principali architetti femminili del mondo, ma una i principali architetti del mondo. Le sue visioni continuano a trascendere il tempo, il movimento, lo spazio e la volontà per gli anni a venire.



Articoli Interessanti