15 Approcci creativi e non convenzionali alla tassidermia

15 Approcci creativi e non convenzionali alla tassidermia
Google+
Tumblr
Pinterest

In generale, quando pensiamo al tassidermismo tendiamo automaticamente a pensare a uomini a cui piace cacciare e montare le loro catture sulle loro pareti come trofei. Negli ultimi decenni, il tassidermismo è caduto in disgrazia perché ha guadagnato la reputazione di essere un po 'antiquato e antiquato. Tuttavia, una nuova generazione di designer ha fatto un salto sul carrozzone del tassidermia e la pratica ha subito una rinascita e sta davvero spingendo oltre i confini dell'arte, del design e della decorazione più di quanto avremmo mai potuto immaginare.

Kate Clark è uno scultore che vive e lavora a Brooklyn, NY. Il suo lavoro è una serie di ritratti narrativi che costruisce creando e poi trasformando animali tassidermici. Esplora la tensione tra regni personali e mitici creando sculture che sintetizzano il volto umano e il corpo di animali selvaggi. Il suo lavoro è allo stesso tempo scioccante e repellente poiché ci riconosciamo nelle sculture e possiamo relazionarci con l'emozione sui loro volti.

Lisa Black è una scultrice, gioielliere e artista con base a Auckland, in Nuova Zelanda. Il suo amore per gli animali e la loro forma, uniti a una preoccupazione per un futuro imminente in cui tecnologia e biologia sono intimamente combinati, l'hanno portata a creare la sua serie ininterrotta di animali modificati. Il suo lavoro mostra animali con integrazioni meccaniche attentamente integrate e riflette la nostra evoluzione tecnologica e il suo potenziale impatto sul mondo naturale.

Mettendo in discussione le possibilità che l'evoluzione artificiale regge per il futuro, le sculture di Enrique Gomez de Molina sono allo stesso tempo affascinanti, umoristiche e sconvolgenti. Combinando diverse parti di animali morti, de Molina crea creature ibride surreali che spera contribuiranno a far conoscere i pericoli che molte specie si trovano ad affrontare oggi, come la deforestazione, lo sviluppo eccessivo, l'ingegneria genetica e l'intervento umano.

Influenzata sia dal racconto che dalla storia naturale, l'artista Kelly McCallum usa tassidermia vittoriana, insetti e metalli preziosi per creare la sua insolita e curiosa collezione di sculture. Il suo lavoro esplora temi di morte, decadenza, decadenza e rinascita.

Attraversando i confini dell'arte e del design, Alex Randall crea installazioni di illuminazione su misura e uniche per hotel, bar, ristoranti e residenze private in tutto il mondo. Piuttosto che il senso inquietante del goticismo che di solito è associato al tassidermismo, Randall introduce un senso di divertimento e dà un nuovo significato giocoso alla tradizione aristocratica dei trofei.

Polly Morgan è un tassidermista che usa animali morti a seguito di incidenti stradali o animali domestici morti per cause naturali o impreviste e poi donati dai loro proprietari. Piuttosto che imitare gli habitat naturali degli animali, la sua intenzione è di collocarli in uno scenario meno prevedibile al fine di incoraggiarci a guardare gli animali in modo diverso come se fosse la prima volta.

Tuttavia, se queste strane e meravigliose creazioni sembrano più adatte a una galleria d'arte che a casa tua, i seguenti prodotti ispirati alla tassidermia potrebbero essere un po 'più docili e adatti. Dopo tutto non a tutti piace l'idea di avere un vero animale morto nella loro casa.

L'artista e scultore Shauna Richardson ha un lavoro unico che lei chiama "crochet dermico". Usa l'uncinetto per scolpire animali realistici a grandezza naturale che hanno una notevole somiglianza con il tassidermismo tradizionale, tranne per il fatto che non sono coinvolti animali morti.

I trofei nazionali sono la gamma di lavori per la quale la stilista Rachel Denny è diventata famosa. Le carissime teste sono realizzate nello studio di Denny e coperte da comodi lane di lana cachemire. Il suo interesse sta nel potenziale dei materiali che usa e in che modo possono essere manipolati in modi inaspettati.

Frederique Morrel produce prodotti unici con arazzi vintage. La compagnia è composta da Frederique Morrel e Aaron Levin che si sono incontrati in una mostra d'arte concettuale a Parigi negli anni '80. La collezione Passe-Murrailes può avere una forte somiglianza con i trofei di caccia, ma i creatori insistono sul fatto che sono creature viventi che sono come gli amici della famiglia che hanno inaspettatamente sporto la testa attraverso il muro per consegnarci le loro storie personali.

Donya Coward è un'artista che crea opere scultoree contemporanee combinando crochet e lavori a maglia con materiali recuperati per poi trasformarli in sculture vibranti e drammatiche. Cani e uccelli sono piuttosto presenti nella sua collezione di tassidermia tessile.

Disponibile da Anthropologie è la raccolta Savannah Story Bust con elefanti, giraffe, rinoceronti e zebre. Strati di sacchetti di cemento riproposti sono coperti con pagine di libri francesi vintage per creare queste attraenti teste di animali di cartapesta.

Sulla stessa linea è Cardboard Safari, una società che crea prodotti di arredamento per la casa unici in cartone tra cui una gamma di trofei di animali realizzati con cartone riciclato.

Il riso inoltre fa una testa di cervo di cartapesta che è disponibile in tre colori assortiti per illuminare qualsiasi parete su cui pende.

Questa serie intitolata Handmade Wilderness-The Paper Deer Head Project, è un'esplorazione della bellezza e l'autenticità della natura di Jennifer Khoshbin. È il suo approccio artistico alla caccia tradizionale con la quale usa carta e resina per creare una cara testa decorativa.

E infine per quelli di voi che non si sentono davvero le teste di cervo lavorate a maglia, a maglia, per quanto riguarda i trofei realizzati con i lego? È vero, mi hai sentito ... lego. Questo è esattamente ciò che David Cole ha inventato. Teeny weeny piccoli trofei animali a forma di palma amorevolmente realizzati da singoli mattoncini lego.

Quindi, dopo quell'esplosione vorticosa della rinascita del tassidermismo in tutte le sue forme e la propaggine dell'opera d'arte ispirata alla tassidermia, cosa ne pensi? C'è qualcosa qui che ti piace o non ti piace particolarmente? O questo ha cambiato la tua opinione sulla tassidermia in qualche modo? Ci piacerebbe sentire i tuoi pensieri così come al solito per favore lascia un commento e inizia la discussione.



Articoli Interessanti